Calcolare la Distanza di Sicurezza



distanza sicurezza

Il giorno stesso che ricevete quel pezzetto di carta rosa, cioè la patente, dovete essere consapevoli della grossa responsabilità che vi state mettendo nel portafoglio. Guidare con prudenza, rispettando le norme e il codice della strada, è di vitale importanza perché oltre a salvare la vita a voi, la salva anche a tutti gli altri cittadini, automuniti e non. Quindi non prendetela con superficialità questa situazione e cercate di guidare con attenzione.

Una tra le tante regole utili durante la guida è mantenere la distanza di sicurezza, cioè quella distanza minima da tenere tra un veicolo all’altro che aiuta durante un’eventuale frenata improvvisa a non creare sinistri. Non sempre questa distanza si rispetta, portando eventi a volte anche drammatici. Un’altra categoria di automobilisti è quella che pensa di mantenerla, ma in realtà non si accorge che non è così. Chiariamo quindi una volta per tutte questo dubbio, come si calcola la distanza di sicurezza? La formula è veramente semplicissima, dovrete verificare la velocità a cui state andando, togliere l’ultima cifra finale e moltiplicare tutto per tre (es. velocità di percorrenza 150 Km/h – togliete l’ultima cifra resta 15 – la moltiplicate per tre, risultato 45 metri di distanza).

Avete ottenuto in maniera molto semplice la distanza minima da tenere per essere sempre sicuri di non tamponare il guidatore davanti in caso di frenata brusca. Naturalmente il calcolo vero si basa tutto su formule e percentuali molto più complesse, questa procedura è utilizzata per venire in contro agli automobilisti in modo da avere sempre a portata di calcolo la formula da rispettare. Niente di complicato insomma.

Questa sicurezza non è importante solo per le frenate brusche, ma anche per condizioni climatiche disastrose, visibilità pessima, la prontezza dei riflessi del guidatore, ecc. Se rispetterete sempre tutte le norme, potrete stare tranquilli in quanto sarete sempre consapevoli che in caso di arresto del veicolo improvviso, non subirete danni né voi né tutti quelli che vi circondano.

Fonte immagine – http://www.lautoscuola.it/procnews.asp?a=55

Posted in Assicurazioni