Come tutelarsi dagli Incidenti Truffa



Quella che vi stiamo per descrivere è una situazione che può essere capitata o potrebbe capitare a molti di noi: all’improvviso ci arriva una lettera da parte della nostra assicurazione che ci segnala un sinistro nel quale, non solo risultiamo coinvolti, ma soprattutto siamo additati come responsabili. Una notizia che ci vede completamente cadere dalle nuvole, visto che dell’incidente segnalato non ne sappiamo proprio nulla, e magari in quel giorno e in quella data ora ci trovavamo con la nostra macchina da tutt’altra parte.

Ma allora cosa può essere successo? Le possibili spiegazioni dell’accaduto sono due: o si tratta semplicemente di un errore oppure si tratta al contrario di un tentativo di truffa ai nostri danni. Naturalmente, questo secondo caso è ben più insidioso del primo e necessita di un nostro tempestivo intervento. Ma come dobbiamo intervenire per impedire la tentata truffa? In questi casi la prima mossa da compiere è quella di cautelarci attraverso una denuncia alla nostra stessa compagnia di assicurazione. In questo modo blocchiamo la compagnia a procedere con il pagamento al presunto danneggiato, che quindi non potrà essere risarcito. La modalità è abbasta semplice e permette che la frode non vada a buon fine per il truffatore.

Un altro particolare importante che riguarda proprio la denuncia cautelavita, e che ci spinge ancor più a farla, è che essa oltre ad impedire che avvenga il pagamento dei danni da noi non commessi, fa in modo che la stessa compagnia assicurativa non applichi nei nostri confronti il temuto meccanismo del malus. Come sappiamo il sistema del bonus malus è quello alla base delle polizze assicurative e di anno in anno determina il costo del premio assicurativo. Quando provochiamo un incidente dobbiamo pagare di più, e questo vale anche quando siamo dichiarati colpevoli di un incidente non commesso. Ma grazie alla denuncia cautelativa respingiamo l’accusa e dunque conteniamo anche i costi. Tramite degli appositi moduli disconosciamo l’incidente, e nel frattempo l’assicurazione indagherà sull’accaduto.

Fonte immagine: ilquotidianoitalia.it

Posted in Assicurazioni