Obbligatorio Assicurare gli Animali Domestici?



Cani, gatti, conigli nani: gli animali domestici sono divenuti altri membri che fanno parte delle nostre famiglie. Ma dobbiamo considerare che gli animali domestici, per quanto possano essere affettivamente per noi come degli amici a quattro zampe, è anche vero che sono pur sempre degli animali, dei quali noi, in quanto padroni, siamo responsabili. Dunque, se dovessero causare dei danni, a pagarne le conseguenze saremmo noi. Per questo motivo, ossia per evitare delle spiacevoli incombenze, c’è la possibilità di assicurare i nostri animali domestici.

Ma assicurare gli animali domestici è obbligatorio? Non sempre. La legge stabiliva  nel 2003 che era obbligatorio assicurare alcune razze di cani ritenute particolarmente aggressive e quindi pericolose. Questo provvedimento legislativo rendeva dunque obbligatoria la stipula di una polizza di responsabilità civile per i danni causati dal proprio cane a terzi. Ma attualmente questa legge non è più in vigore, soprattutto in considerazione che nessun veterinario può stabilire con assoluta certezza quali sono le razze di cani oggettivamente aggressive. I comportamenti degli animali, infatti, sono imprevedibili, e non c’è un unico parametro per definirne e attestarne la pericolosità.

Ad oggi l’assicurazione diventa un obbligo solo in un caso, ovvero quando il veterinario si accorge, al di là di qualsiasi razza, che il cane ha degli atteggiamenti troppo aggressivi, che possono mettere a rischio le persone che gli sono attorno. La mossa successiva sarà quella di informare il proprietario e iscrivere l’animale in un apposito registro. Ma oltre a questo caso in cui è obbligatoria l’assicurazione, tutti possono stipulare una polizza, che fornisce delle coperture in più circostanze. Le polizze in questione, infatti, oltre alla responsabilità civile del capofamiglia per i danni causati a terzi, possono coprire tutte le spese veterinarie necessarie. Ricordiamo poi anche alcune coperture facoltative, come ad esempio quella per morte accidentale. Ma c’è un dettaglio da non perdere d’occhio: i nostri amici a quattro zampe possono essere assicurati solo se hanno un’età compresa tra i 6 mesi e gli 8 anni.

Fonte immagine: tuttozampe.com

Posted in Assicurazioni Tagged with: , , ,