Scatole Nere nelle Automobili per risparmiare sull’Assicurazione



Scatola-nera-assicurazione

Un nuovo mezzo è stato adibito al risparmio per quanto riguarda la polizza RC Auto. In pratica, installando la scatola nera all’interno della vostra autovettura, il premio assicurativo sarebbe dimezzato. Questa novità sta facendo molto scalpore in quanto sono molti ad essere allettati dalla proposta ma sono altrettanto numerosi quelli che hanno parecchi dubbi. Infatti, con l’installazione di questo dispositivo, verrebbe inevitabilmente violata la Privacy. Infatti, il guidatore verrebbe monitorato in tutto e per tutto.

Verrebbe controllato il suo modo di guidare, le locazioni maggiormente raggiunte, la velocità con cui ci è giunto e molto altro ancora. A tal proposito è entrato in campo il Garante della Privacy creando una nuova bozza inoltrata all’Isvap, sostenendo che i dati raccolti dalle compagnie assicurative sono troppi. Si passa dal tempo di frenata al controllo della velocità, ecc. Insomma in poche parole il conducente viene letteralmente spiato a sua insaputa. Molti hanno aderito a questo dispositivo solo per pagare meno la rata assicurativa, ma supponiamo che così com’è non vale la candela. I diritti del cittadino vengono letteralmente violati.

Siccome sono in molti che utilizzano questa scatola nera, è stato indetto un decreto con alcune limitazioni da parte delle compagnie assicurative nel trattamento dei dati e delle informazioni dei propri assicurati. Per paura che questa nuova modalità venisse messa in cattiva luce e quindi non più utilizzata, le assicurazioni ci tengono a precisare che innanzitutto i dati registrati vengono trattati da personale autorizzato. I dati sono segreti e non vengono divulgati tranne in casi di sinistri.

Tutti i dati registrati e raccolti vengono inseriti anche sull’account personale del guidatore il quale può decidere se cancellarli, modificarli, renderli visibili solo a lui, ecc. Insomma tengono a precisare che nonostante si pensi a questi autoveicoli come al confessionale del Grande Fratello, in realtà un minimo di tutela c’è. Detto questo bisognerà attendere che la bozza scritta dal Garante della Privacy venga approvata, in più si dovranno aspettare delle nuove modifiche offerte anche dalle compagnie assicurative stesse.

Fonte immagine – http://www.metello.com/10859/scatola-nera-in-auto-nuove-modifiche-a-tutela-della-privacy.html

Posted in Assicurazioni