I Principali Vantaggi del Fotovoltaico



Vantaggi del fotovoltaico

Dopo il disastro nucleare di Fukushima, il mondo intero si è interrogato se e in che termini fosse ancora opportuno adottare una forma di recupero energetico così aggressiva. In sostanza, ci si è chiesti se quella nucleare fosse davvero la fonte di approvvigionamento più in linea con le esigenze di oggi giorno.
E che dire delle fonti energetiche fossili, che per poter funzionare, di anno in anno liberano nelle nostre città un elevato numero di sostanze inquinanti?

Sono questi interrogativi che negli ultimi anni hanno portato all’indubbio proliferare delle cosiddette energie rinnovabili: eolico, geotermico, idroelettrico e solare rappresentano le principali vie alternative alle forme di energia “sporca”.

Ma sono realmente così vantaggiose? Ed in particolare, può il fotovoltaico – ormai molto popolare in Italia – considerarsi economicamente ed ambientalmente all’altezza dei suoi competitor?

Aspetto economico – Con Decreto Ministeriale 19/02/07, il Governo istituì quello che tuttora conosciamo come Conto Energia, ovverosia un progetto che da qui a 20 anni riconosce contributi in euro per ogni chilowattora di energia prodotta con impianti fotovoltaici.

Ma i risparmi derivanti dall’installazione degli impianti fotovoltaici si riflettono anche e soprattutto sulla bolletta elettrica: grazie all’adozione di questa fonte energetica avremo modo di abbattere i costi della bolletta per almeno 25 anni, fino a quando la sua incidenza non risulterà pressoché azzerata.

Ulteriore alternativa è rappresentata dalla vendita dell’energia prodotta. Infatti, un impianto può essere installato anche con lo scopo di venderne l’energia direttamente al proprio gestore elettrico oppure al G.S.E. di riferimento.

Insomma, l’investimento effettuato sul fotovoltaico ha un alto rendimento e un rischio quasi nullo, mentre il ritorno sul capitale è stimato in un lasso di tempo variabile tra i 6 e i 13 anni.

Aspetto ambientale – Per sua stessa natura l’energia da fotovoltaico non è altro che il frutto di un processo di conversione fisica. Nessuna combustione, nessuna reazione chimica, zero inquinamento ambientale: l’impianto fotovoltaico ricava e produce energia in maniera del tutto naturale.

Non a caso, questa fonte di energia rinnovabile permette di produrne di nuova azzerando l’emissione di gas serra. Basti pensare al fatto che producendo un solo chilowattora di energia fotovoltaica si fa in modo che nell’ambiente non vengano liberati oltre 500 grammi di anidride carbonica. Ma non è finita qui: si stima che nell’arco della loro esistenza, i moduli fotovoltaici siano in grado di restituire 9 volte l’energia consumata.

Ulteriori vantaggi ambientali li ritroviamo infine nella necessità di costruire poche opere civili all’interno del sito, oppure nella non utilità delle infrastrutture che si occupino della distribuzione dell’energia.

Posted in Energia