In anteprima la AirPod, la vettura ad aria compressa



E’ stata appena presentata a Cagliari, giovedì 12 e venerdì 13 luglio, la prima attesissima macchina ad aria compressa. Il suo nome è AirPod e a lanciarla è la MDI, Motor Development International, ovvero l’innovativa azienda che ha sede a Lussemburgo. Ma vediamo più da vicino cosa ci riserva di nuovo e quali sono tutte le caratteristiche che questa automobile presenta.

La prima AirPod che verrà introdotta sul mercato a breve è una city car, modello a cui ne faranno seguito tanti altri, praticamente si andrà dalla berlina fino al trattore. Unica al mondo, la AirPod si distingue da tutte le altre auto in circolazione per essere completamente ecologica ed economica. Specialmente in questo periodo di caro-carburante non vi sembra un sogno una vettura nel cui serbatoio c’è bisogno solo dell’aria compressa? I costi vengono abbattutti in un modo sensazionale: l’AirPod è stata progettata per percorrere ben 100 Km con solo un euro per la ricarica casalinga, mentre rivolgendosi ai futuri distributori si potranno invece percorrere 100 Km con due euro.

L’altra caratteristica rivoluzionaria, che va di pari passo con quelle appena citate, è che la AirPod è dotata perfino di un motore che, in caso di emergenza, potrete utilizzarlo come generatore attaccandolo direttamente ad una presa di corrente presente nelle vostre abitazioni. Potrete ben intuire la numerosa serie di vantaggi sia economici che ambientali che questa vettura rivoluzionaria presenta. Ma veniamo proprio alla produzione: la AirPod sarà in commercio a partire dal prossimo anno. Inizialmente la AirPod verrà commercializzata in Francia, dove è stato considerato che ci sarà bisogno della presenza di almeno 25 fabbriche per far fronte a tutte le richieste.

Solamente dopo aver soddisfatto quanti hanno già prenotato il prodotto, allora si passerà a commercializzare l’automobile anche negli altri Paesi Europei. In pratica ad essere innovativa non è solo la tecnologia ma anche la strategia di vendita. Infatti non esisteranno concessionarie ma solo officine, producendo solo lì dove si vende.

Fonteimmagine: noncipossocredere.com

Posted in Energia Tagged with: , , , ,