Fondo Casalinghe: ecco come Funziona



Le casalinghe non lavorano? Guai a dire una frase del genere a donne che si spaccano la schiena tutti i giorni in casa tra mille faccende domestiche…Le casalinghe sono delle lavoratrici che svolgono le loro attività in casa piuttosto che fuori, e da anni si sono battute per vedere riconosciuti i loro diritti. Ma dall’ottobre dello scorso anno, grazie alla legge n.111/2011 c’è qualche piccola novità per tutte le casalinghe. Vediamo di cosa si tratta.

Attraverso questo nuovo provvedimento si è andati ad intervenire su un provvedimento preesistente, ovvero il fondo casalinghe del 1997, una soluzione che di fatto non è mai decollata. Dunque, lo scorso anno si è presa la decisione di agire con una manovra correttiva, finalizzata a tutelare tutti coloro ( sia donne che uomini) che svolgono dei lavori non retribuiti in ambito familiare, sprovvisti di pensione diretta o di un impiego lavorativo che non sia quello familiare già citato. L’ altro requisito necessario per avere diritto a questo nuovo fondo casalinghe è rappresentato dall’età: le casalinghe che ne vogliono fare domanda devono avere necessariamente tra i 15 e i 65 anni.

Una volta che ci si sarà accertati di avere i requisiti richiesti, si potrà richiedere un apposito modulo da compilare, disponibile presso le sedi Inps. Il modulo, una volta compilato, dovrà essere riconsegnato all’Inps. A seconda di com’è più comodo, si potrà scegliere di effettuare la consegna manualmente, per posta oppure online. Ed ora veniamo all’aspetto più interessante per molti: quanto bisogna pagare per avere diritto al fondo casalinghe?

In realtà non c’è alcuna somma fissa e obbligatoria da versare, l’importo è assolutamente libero e a completa discrezione delle singole persone. Ma è bene sapere che se verrà versata la somma mininma di 25,82 euro ci si vedrà accredidati automaticamente un mese di contribuzione. In base alla divisione dell’intero importo, l’Inps assegnerà per ogni anno un tot di mesi di contributi.

Fonte immagine: afondoperduto.it

Posted in Lavoro