Allarme sui Vaccini Antinfluenzali



Tempo di vaccini ed in Italia è scattato l’allarme. La notizia, o meglio le notizie, che probabilmente avrete già sentito, sono di qualche giorno fa e riguardano i vaccini antinfluenzali prima della Crucell e poi della Novartis, che il nostro Ministro della Sanità ha deciso rispettivamente di bloccare e di ritirare dal mercato. Ma cerchiamo di saperne di più su questo provvedimento, comprendendone le motivazioni, e soprattutto capendo se in questo momento è meglio vaccinarsi o aspettare.

Nei giorni scorsi nel nostro Paese sono state bloccate oltre due milioni di dosi di vaccino antinfluenzale. E’ quanto è accaduto per decisione del Ministro della Sanità Renato Balduzzi in seguito alla segnalazione dell’azienda farmaceutica Crucell. In pratica è stata la stessa azienda a bloccare l’intera produzione, decisione presa a causa di alcuni test che avrebbero fatto riscontrare potenziali pericoli per la salute dei pazienti.

Il blocco di tutti i lotti di vaccino in questione è avvenuto a scopo cautelativo prima ancora che questi potessero essere distribuiti. Ciò significa che nessuna dose considerata pericolosa era già stata messa in circolazione. Quanto alle motivazioni del ritiro, quello che ci è dato sapere è che l’azienda ha rilevato dati inattesi, ovvero in due lotti di vaccino su 32 è stato evidenziato un fallimento ai test di sterilità.

Come se non bastasse, al blocco dei vaccini Crucell è seguito il ritiro di quelli Novartis. Sono più di 500 mila le dosi già in commercio da ritirare. Il motivo è che anche in questo caso sono state evidenziate anomalie. I vaccini Novartis provocherebbero infatti effetti collaterali come febbre e gonfiore. Ma allora, in tutto questo caos, si raccomanda ancora la vaccinazione? Assolutamente sì! I vaccini distribuiti alle Asl e alle farmacie saranno sicuri. Così ci assicura il Ministro della Salute, che raccomanda ai cittadini di vaccinarsi ugualmente, sottolineando l’ingente danno sanitario in termini di salute della popolazione se ciò non avvenisse. Ogni anno, infatti, si contano in Europa 40 mila decessi causati dalle complicazioni dell’influenza, che diventerebbero il doppio senza vaccinazioni.

Fonte immagine: lastampa.it

Posted in Risparmio