Carta Postepay scaduta: come rinnovarla



Oggi, tra gli strumenti più usati dagli italiani per effettuare pagamenti, troviamo lei, la carta Postepay. Per i pochi che ancora non la conoscono, precisiamo che la carta Postepay è la carta prepagata ricaricabile del Gruppo Poste Italiane, appartenente al diffusissimo circuito Visa Electron.

Se ha avuto nel tempo un grande successo e viene ad essere scelta da un numero sempre maggiore di persone, i motivi sono molteplici. Primo su tutti la sua semplicità d’uso e la grande versatilità che questa carta offre. Essendo uno strumento di pagamento elettronico, essa consente di fare acquisti sia nei negozi tradizionali che online. Allo stesso modo ci si può servire della Postepay per pagare bollette e bollettini vari.

Ma essendo una carta prepagata, la carta Postepay non dura in eterno ma ha una scadenza. La data di scadenza è riportata sulla stessa carta, precisamente essa si trova sulla parte anteriore, lì dove si legge “valid thru” (valida fino a). Chi andando a leggere questa data dovesse accorgersi che la sua carta ricaricabile è scaduta o sta per scadere, deve naturalmente rinnovarla se intende prolungare la validità di questo strumento. Pertanto, vi spieghiamo com’è possibile rinnovarla. Il primo passo da compiere è semplicissimo: occorre telefonare il numero verde 800003322 delle poste italiane. A rispondervi ci sarà una voce registrata che vi guiderà, indicandovi i numeri da digitare per effettuare correttamente l’operazione di rinnovo.

Il tasto da digitare per i servizi riservati ai privati è il numero 1, mentre il 4 è quello relativo proprio ai servizi di rinnovo delle carte Postepay. Basterà semplicemente seguire tutte le istruzioni. Riceverete a casa vostra nuova carta Postepay, che vi verrà spedita in due buste differenti, una contenente la carta e l’altra contenente il nuovo codice pin. A questo punto potrete richiamare lo stesso numero verde. La voce guida vi chiederà di digitare sia i numeri della vecchia carta Postepay che quelli della nuova, e in più la vostra data di nascita. In questo modo l’attivazione verrà effettuata. Il servizio è gratuito e, naturalmente, sulla nuova carta vi verrà accreditato il denaro che avevate sulla vecchia.

Fonte immagine: comefare.com

Posted in Risparmio Tagged with: , , ,