Esenzione del Bollo Auto, quando si applica



Esistono diverse situazioni nelle quali il bollo auto non è applicabile, ovvero non si paga, o si ha diritto perlomeno a forti sconti, che derivano in parte dalla condizione del proprietario del mezzo, in parte dalla categoria del mezzo stesso. La prima che esaminiamo è quella legata ai disabili e ai portatori di handicap: se possessori di un’auto o di una moto, a patto che sia la prima autovettura, possono essere esenti dal bollo. Bisogna considerare le dimensioni del mezzo: infatti se il mezzo non supera i 2 litri di cubatura, se dotato di motore termico alimentato a benzina, e 2.8 litri se dotato di motore termico alimentato a gasolio, l’esenzione è applicabile. L’esenzione del bollo si applica sia al proprietario, disabile, dell’auto, sia a un familiare che lo tiene a carico. Per le persone con problemi di mobilità il mezzo deve essere ad ogni modo attrezzato con le infrastrutture dedicate del caso.

La seconda situazione è quella nella quale si sia in possesso di auto d’epoca e storiche: cosa intende la legge con questa dizione? Per tutte quelle auto la cui data di immatricolazione o di costruzione è superiore a 30 anni (antecedente la richiesta di esonero) la tassa non deve essere pagata. L’esenzione è applicabile senza ulteriori requisiti e funziona in maniera automatica, senza che sia necessario presentare alcuna domanda. Sono esenti dal bollo anche tutte le auto con un particolare interesse storico e collezionistico vecchie di almeno vent’anni; per essere definite di “particolare interesse” devono essere riconosciute e iscritte all’ASI oppure al FMI (rispettivamente l’Automotoclub Storico Italiano e la Federazione Motociclistica Italiana).

Attenzione, perchè qui si parla del possesso, non della circolazione; se tali vetture vengono utilizzate su strade pubbliche sarà necessario pagare una tassa considerata forfettaria che va dai 10 ai 60 euro. Un’altra categoria particolare di autovetture che gode di particolari privilegi nei confronti del bollo auto è quella delle auto elettriche; con l’avvento delle auto poco inquinanti e non inquinanti, la legislatura si è dovuta adeguare rinnovando gli articoli di legge, garantendo l’esenzione del bollo per tutte le auto a trazione elettrica. L’esenzione ha una durata di 5 anni. Sempre nell’ottica in incentivare le energie rinnovabili, anche le auto alimentate da motore termico a GPL e metano al 100%, quindi considerate “poco inquinanti”, godono di uno sconto del 75% del bollo.

Posted in Risparmio