Risparmiare Benzina: la Mappa dei Distributori No Logo



E’ inutile rimarcare come il costo della benzina stia diventando ogni giorno di più uno dei buchi neri più pesanti per il bilancio famigliare; i continui rincari e la necessità di utilizzare l’automobile per lavoro stanno svuotando il nostro portafoglio più velocemente di quanto si riesca a riempirlo, e di questi tempi non è un compito facile nemmeno mantenerlo pieno entro termini accettabili. Ma qualcosa per evitare questa continua emorragia di può fare.

Per risparmiare benzina si parte ovviamente dai distributori con il prezzo più basso; sono i famosi “distributori indipendenti” (o no-logo), che offrono prezzi molto concorrenziali. Il problema principale è sapere dove sono: ma siti come PrezziBenzina.it oppure pienorisparmio.it offrono un sistema di mappa, basato su google maps, che mostra l’ubicazione di tutti questi distributori (che spesso sono legati a un ipermercato). Per quanto riguarda il rifornimento, altri accorgimenti sono quelli di utilizzare il self service, dove il prezzo è di qualche centesimo più basso del servito, e anche fare rifornimento in autostrada (ovviamente se la usiamo spesso, visti i prezzi molto alti dei pedaggi), in quanto su molte tratte i distributori devono applicare un prezzo più basso rispetto a quelli all’esterno.

Da parte nostra ci sono poi molti piccoli espedienti che possono farci centellinare il prezioso liquido, una volta che siamo riusciti a farlo finire nel nostro serbatoio. Primo fra tutti evitate le frenate brusche o le accelerate repentine; una velocità moderata e uniforme garantisce minori consumi (oltre che maggiore sicurezza). In secondo luogo la manutenzione del veicolo: tenere il motore pulito e performante permette di risparmiare i consumi di carburante.

In marcia è opportuno cercare di mantenere i giri del motore a 2000, senza “tirare” inutilmente le marce: un rapporto troppo basso fa consumare fino al 10% in più. Spegnere il motore durante le soste, permette di risparmiare fino al 30% in città. Prestare attenzione alla aerodinamicità della vettura: viaggiate con i finestrini chiusi ed evitate di tenere il portapacchi montato quando non è necessario. Infine tenere il più possibile spento il condizionatore e spegnerlo quando si abbassano i finestrini è un altro piccolo passo verso il risparmio che non potrà che far bene al nostro portafoglio.

Posted in Risparmio