Come Ottenere l’Assegno Sociale



L’assegno sociale è un contributo rilasciato dall’Inps ai cittadini che si trovano in condizioni di particolare disagio economico ed in possesso di reddito particolari disciplinati da appositi provvedimenti legislativi. Infatti, ogni anno, l’inps, sulla base delle disposizione legislative in vigore, verifica il possesso dei requisiti e liquida l’assegno in via provvisoria sulla base del reddito presunto per poi procedere alla liquidazione definitiva nell’anno successivo.

Hanno diritto di accedere al contributo tutti i cittadini che hanno compiuto il 65° anno di età, compresi gli stranieri che soggiornano regolarmente in Italia, da almeno 10 anni ed in possesso di un reddito inferiore a 5.577,00 euro annui, elevato a 11.154,00 euro per le persone sposate .

La richiesta deve essere presentata presso la sede di competenza territoriale dell’Inps e deve contenere tutta la documentazione necessaria a dimostrare il possesso dei requisiti richiesti (età, cittadinanza, stato civile e reddito). A partire dal 1 febbraio 2012, le domande possono essere presentate esclusivamente on line. Per farlo è necessario richiedere all’Inps, attraverso il sito www.inps.it o chiamando il Contact Center al numero 803164, il rilascio di un Pin e di un codice personale necessari per inoltrare l’istanza.

Il diritto ad ottenere l’assegno sociale decorre, previa verifica dei requisiti da parte dell’Inps, a partire dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. L’importo deliberato dall’istituto viene erogato in 13 mensilità e può essere erogato in maniera ridotta, in caso di persone coniugate. Per l’anno 2012 l’importo massimo concedibile è fissato in 429 euro mensili, mentre quello effettivamente erogato viene calcolato sulla base della differenza tra il reddito previsto annualmente e quello effettivamente dichiarato. Il calcolo dell’importo tiene, inoltre, in considerazione gli eventuali redditi del coniuge.

L’assegno sociale non è soggetto a reversibilità in caso di morte dell’intestatario. In virtù delle modifiche introdotte dal Governo Monti per quanto concerne le pensioni, anche l’età minima di accesso all’assegno sociale subirà delle variazioni a partire dal 2013. A causa dell’adeguamento a “alla speranza di vita”, quel sistema secondo cui i requisiti (anagrafico e retributivo) devono essere adeguati alle aspettative di vita pubblicate dall’Istat, il requisito anagrafico per il 2013 è fissato in 65 anni e tre mesi. 

Posted in Finanziamenti Tagged with: , , ,