Pacchetti Finanziamenti alle Imprese



prestiti-imprese

Con questa crisi attuale, sono molti i privati che richiedono finanziamenti alle banche o alle finanziarie per chiedere somme di denaro in prestito per acquistare beni duraturi quali automobili, case o semplicemente per estinguere molti prestiti fatti in precedenza per i quali è diventato impossibile continuarli a pagare. Molti richiedono piccole cifre anche solo per poter andare in vacanza o acquistare beni di uso comune quali televisori, cellulari, ecc.

Ma non sono solo i privati a richiedere finanziamenti, infatti, sono molte le imprese che si affidano a banche o finanziarie per ottenere grosse o piccole somme di denaro per risollevarsi dai problemi economici attuali i quali ne causano spesso la chiusura. Sia banche che finanziarie hanno dei pacchetti fatti apposta i quali si differenziano da quelli concessi ai privati. Questa differenziazione (addirittura nelle banche ci sono gli sportelli differenziati, solo per le aziende) è dovuta principalmente al fatto che le cifre richieste dalle due parti sono molto differenti. Se un privato si può accontentare anche semplicemente di 20000 euro, magari per l’acquisto di un’automobile, le aziende chiederanno cifre molto più grandi, magari anche diverse centinaia di migliaia di euro.

Anche le modalità di accettazione sono diverse, se per i privati è richiesta necessariamente la busta paga per poter anche solo prendere in considerazione la domanda di finanziamento, per le aziende le procedure sono leggermente diverse. Le aziende per ricevere quindi il prestito devono essere considerate valide, sane e soprattutto non a rischio fallimento. Si guarda anche molto il settore in cui si trovano, se sono, infatti, attività di settori ormai considerati saturi per l’elevato numero presente nella zona, c’è possibilità che gli venga negato, cosa magari che non succede per quei settori che seppur in aumento, sono sempre richiestissimi, come il settore alimentare per esempio.

Un’altra differenza è che se i privati possono scegliere tra il tasso fisso e variabile, alle aziende è concesso solo il tasso variabile, secondo le impostazioni delle formule di Euribor (tasso di riferimento che banche e finanziarie usano per applicare i tassi d’interesse). I prestiti possono essere concessi anche a prescindere da tutte queste norme, quando per esempio lo Stato istanzia fondi proprio per determinati settori, per incentivare l’imprenditorialità. Purtroppo però da un po’ di tempo sono molte le aziende e i privati che non riescono più a ricevere nessun finanziamento né dalle banche né dalle finanziarie, portando situazioni di grossa disperazione per i richiedenti.

Fonte immagine – http://www.eprestiti.net/prestiti-alle-imprese-registrata-nuova-flessione-nel-regno-unito/1194/

Posted in Finanziamenti Tagged with: , , ,