Cos’è la Pensione di Inabilità



pensione inabilità

Oltre la crisi che si sta verificando oggi giorno, ci si mette pure la salute. Infatti, molte volte capita di subire malattie che purtroppo lasciano segni indelebili, modificando completamente in pochi istanti la vita tradizionale di ogni individuo. Per non parlare di incidenti e infortuni gravi subiti sul lavoro per mancanza di dispositivi di protezione adeguati.

Ecco perché, per tutti quei dipendenti che a causa di una di queste situazioni, gli viene riconosciuta l’impossibilità (totale o parziale che sia) di svolgere qualunque tipo di lavoro, arriva la Pensione di Inabilità. A questo genere di pensione possono accedere solo dipendenti, autonomi e personale iscritto a fondi pensionistici concessi dalle assicurazioni. Naturalmente nel momento in cui viene riconosciuta questa impossibilità, il lavoratore deve smettere di eseguire qualunque tipo di mansione, quindi non lavorare in nessuna maniera e cancellarsi da eventuali albi professionali, precedentemente iscritto.

È anche necessario che il lavoratore abbia almeno maturato 260 contributi settimanali. Se questo genere di condizioni vengono rispettate, allora si potrà inoltrare domanda direttamente presso le sedi Inps, scaricando il modulo opportuno. Si inizierà a percepire la cifra mensile a partire dal 1° giorno del mese successivo a quando è stata inoltrata la domanda. La cifra è diversa per ognuno in base ai calcoli eseguiti che si basano su tre sistemi, retributivo (almeno 18 anni di contributi), contributivo (inizio del lavoro dopo il 31/12/1995) e misto (un misto appunto dei primi due). Poi insomma queste sono informazioni generiche, i calcoli e tutte le modalità verranno effettuate scrupolosamente dall’ente in questione.

Sul sito dell’INPS o in qualunque centro patronale, potrete richiedere e visionare tutte le informazioni inerenti a questo genere di pensione, con i relativi dettagli, modalità corretta di presentazione domanda, eventuali altri documenti richiesti, ecc.
Le condizioni sono comunque differenti in base al tipo di gravità della malattia, per gli invalidi che superano il 74% di invalidità, le condizioni e le modalità saranno differenti. Ecco perché è meglio informarsi, prima di inoltrare qualunque domanda, per evitare che la vostra richiesta venga negata per un semplice errore burocratico.

Fonte immagine – http://www.inpensione.it/2011/12/la-pensione-di-inabilita-requisiti-e.html

Posted in Assicurazioni, Lavoro Tagged with: , , ,