Come Posticipare la Data del Rogito



mutui2Come già saprete, il rogito è il  documento attraverso cui è sancito il passaggio di proprietà tra il venditore ed il compratore di un immobile. Quello che oggi andremo a scoprire è in che modo è possibile posticipare la data del rogito. Può infatti succedere che mentre si sta aspettando di procedere finalmente con il definitivo passaggio di proprietà, e quindi si sta per diventare proprietari di un’abitazione, si verifichino degli imprevisti. Cosa si può fare, allora, se per qualsiasi motivo non si riesce a rispettare la data del rogito? Come la si può ritardare? Vediamo insieme come comportarsi.

Come già ricordato, il rogito è un atto necessario per dimostrare il passaggio di proprietà di un immobile. Esso deve essere redatto da un notaio e deve riportare gli accordi precedentemente presi nel compromesso da venditore e compratore. Per legge il compromesso deve essere regolarmente registrato e deve includere pure il termine fissato per il rogito.

Esso può prevedere due differenti clausole: un termine perentorio entro cui deve essere redatto o un termine che contempla l’eventualità di un posticipo. Se si è di fronte al primo tipo di documento, nel caso in cui si debba posticipare il rogito si deve sottoscrivere un nuovo compromesso e quindi effettuare di conseguenza una nuova registrazione.

Se però ci si trova di fronte al secondo tipo di compromesso, che non stabilisce un termine perentorio ma prevede la possibilità di un posticipo, allora non è necessaria una nuova registrazione. Piuttosto, si agisce in questo modo. La persona che ha bisogno di posticipare la data del rogito deve inviare una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno al soggetto interessato. Deve quindi chiedere l’adesione per una nuova data, che naturalmente dovrà essere indicata all’interno della lettera. Con questa semplice comunicazione si potrà ottenere un piccolo ritardo, in base alle proprie esigenze.

Fonte immagine: http://www.mutui.org/erogazione-mutuo.cfm

Posted in News