Aprire un Conto Corrente Postale



Se prima aprire un conto corrente significava andare in banca, da qualche anno per compiere questa operazione si può anche andare alle Poste, che hanno messo a disposizione degli utenti il conto BancoPosta, ovvero un conto corrente postale. Sono ormai in molti a scegliere questo prodotto e a ritenerlo anche molto vantaggioso. Diventare correntisti vuol dire emettere o riscuotere assegni, domiciliare le bollette, collegare al conto una carta di credito per i propri acquisti, e poi ancora predisporre dei benefici. Insomma, le operazioni che è possibile svolgere sono molteplici. Ma chi e come può aprire un conto corrente postale?

Innanzitutto, possono aprire un conto corrente postale quasi tutti, visto che gli unici requisiti essenziali sono quelli di aver compiuto la maggiore età e non risultare falliti dal punto di vista finanziario. Aprire un conto corrente postale è un’operazione piuttosto semplice, che diciamo pure svolge quasi esclusivamente l’impiegato postale.

L’unica cosa che voi dovete fare è quella di recarvi presso l’ufficio postale più vicino a casa vostra con i documenti necessari: carta d’identità e codice fiscale. Fatevi dare dall’impiegato informazioni sui prodotti disponibili perché, oltre a BancoPosta, che è il conto corrente più tradizionale e che abbiamo già menzionato, ce ne sono altri due, Bancoposta Più e Bancoposta Click.

Dunque lasciandovi guidare dall’impiegato scegliete la tipologia di conto corrente postale più adatta a voi. Qualsiasi sia la vostra preferenza, le modalità da seguire sono le stesse. L’impiegato vi fornirà tutta la modulistica necessaria, che dovrete leggere, compilare e firmare. In pochi giorni il vostro conto verrà attivato e dunque dovrete versare del denaro per completare l’operazione. La somma di denaro da versare può essere anche modesta, ma ricordate che l’attivazione della carta costa dieci euro. In un breve periodo di tempo vi arriveranno a casa vostra due buste, separatamente, contenenti i dati della vostra carta e il Pin. Infine, dovrete recarvi di nuovo alla posta per completare l’attivazione.

Fonte immagine: federconsumatorier.it

Posted in Banche Tagged with: , , ,